Fabrizio Rioli D.J.

Incontro con il Re delle notti fiorentine

Fabrizio Rioli D.J.

quando si parla di musica e si vive la firenze giocosa e chiassosa delle serate più mondane, non si può fare a meno di citare uno dei leggendari nomi di questo ambiente.

Fabrizio Rioli è il performer che più di ogni altro è riuscito a regalare momenti memorabili nelle discoteche e nei grandi locali dove la musica riprodotta e mixata dai 120 bpm in su.
Ma chi è Rioli D.J. ?
Qual’è la sua storia e da dove arriva?
per rispondere a queste domande non c’è modo migliore di chiederlo direttamente a lui e per fare questo siamo andati a cercarlo rubando informazioni custodite presso la Rioli Planet Music, l’organizzazione che gestisce le serate e gli eventi dell’artista smistando le richieste che pervengono da mezzo mondo.
nella Rioli Planet Music abbiamo conosciuto Tarker Homan, l’impresario che si definisce la mano sinistra di Rioli D.J., colui che tratta direttamente con la Warner, la Believe, la Sony Records e tante altre.

Rioli D.J. nonostante questo enorme apparato alle spalle riesce sempre a restare un artista semplice e cordiale, amico di tutti e sempre disposto a mettersi in gioco per offrire le sue mirabolose serate a chiunque ne faccia richiesta e che abbia il primo indispensabile requisito della simpatia e dalla lealtà. Tarker si prende la piena responsabilità delle scelte doverosamente piùcattive”, quali rifiutare un evento o un locale a suo dire non in linea con il mood e la mission di Rioli D.J.
Dunque una sera siamo riusciti a seguirlo al DJOON la famosa discoteca parigina. Djoon significa letteralmenteanimae questo locale di anima ne ha parecchia. Posizionato a breve distanza dalla Senna, nel 13esimo arrondissement, il Djoon è uno degli ultimi nati della serie di club sorti in quest’area sempre più famosa per i suoi ritrovi d’avanguardia. Molto amato dagli appassionati di musica afro-house, questo loft club dallo stile contemporaneo ispirato ai modelli newyorchesi ha rapidamente conquistato popolarità grazie alle sue indimenticabile serate a base di musica soul, funk, deep house, garage e disco. Ha ospitato e tuttora ospita star internazionali come Chez Damier, Louie Vega, Lil ‘Louis, Kerri Chandler e Black Coffee. Il locale è molto spazioso e presenta una bella facciata in vetro e acciaio.

Siamo dunque riusciti a trovare Rioli D.J. che finiva di sorseggiare il suo drink prima dell’inizio della serata danzante, seduto sullo sgabello del banco centrale. Un occasione ghiotta!!

  • Noi: “excusez-moi, c’est la légendaire Rioli D.J. ?”
  • Rioli: “certainement, c’est moi. Mais pourquoi me parles-tu en français si tu es le fou de andriusmusic.com?”

Una risata riduce subito le distanze, Fabrizio ci ha scoperti subito e possiamo proseguire parlando in italiano.

  • Noi: “Ti possiamo chiedere di raccontarci brevemente la tua storia? Ad esempio, è vero che hai vissuto qui a Parigi per molti anni?”
  • Rioli: “no, noio preferisco Scandicci, il Viottolone e zone limitrofe”.
  • Noi: “la tua musica è in qualche maniera legata a precisi periodi storici?”
  • Rioli: “mi rifaccio spesso al neocitazionismo austriaco”.
  • Noi: “Chi ha influenzato maggiormente la tua passione? Come è successo che sei diventato Rioli D.J. ?”
  • Rioli: “Senz’altro mia zia, si mia zia amava mettere dischi di Villa e Modugno, ecco, credo di essere stato influenzato molto da lei.
  • Noi: “Cosa c’è di vero nel fatto che Calvin Harris ti ha contattato per una collaborazione?”
  • Rioli: “Non so, non credo di conoscerloè un emergente?”
  • Noi: “E’ vero che c’è in programma l’uscita futura di un brano prodotto da te e Andrew Firenze?”
  • Rioli: “C’era questa possibilità ma qualcuno mi ha fatto capire che sarebbe stato meglio evitare, ci sono grossi interessi economici e politici in ballo”.
  • Noi: “nella tua carriera hai accettato spessissimo di esibirti in locali molto poco famosi e quasi popolari, come puoi spiegare questa strana scelta?”
  • Rioli: “Non ci avevo mai fatto caso ma grazie per avermelo fatto notare, forse perchè quelli meno popolari sono meno distanti da casa mia..
  • Noi: “quale consiglio ti senti di dare ai giovani che vogliono avviarsi in questa carriera artistica?”
  • Rioli: “Lasciar perdere e cercare di fare altro, ad esempio la raccolta di pomodori, possibilmente i San Marzano che secondo me sono i migliori.

A questo punto siamo interrotti da due gigantesche guardie del corpo con occhiali scuri e auricolari che ci pregano di allontanarci e di lasciare che Rioli D.J. possa accedere liberamente alla consolle.
E’ stata un esperienza grandiosa, non speravamo di riuscire ad avvicinarci a lui ed invece, ecco fatto.
Adesso anche noi posiamo i nostri microfoni e i taccuini, lo spettacolo sta per cominciare.

Print Friendly, PDF & Email
. No Comments on Fabrizio Rioli D.J.. Categories: Recensioni, Scoop e Attualità. Tags: , , .
Andrew

About Andrew

Andrius è un musicista fiorentino che produce musica diuretica, ħoss tiegħu huwa bbażat fuq taħlita ta psychedelia, mużika elettronika u melodija aktar glutina. Il-prodotti huma indikati għall Soundtracks kanzunetti u d-diffikultajiet diġestivi.

Be the first to leave a reply

Vuoi lasciare un tuo commento?

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.